DODECAPOLI

Un viaggio nel passato.

 

 

Gli Etruschi
MARZABOTTO
Torna agli ETRUSCHI
o

 

marzabotto3.jpg (93351 byte)
Un tempio
marzabotto2.jpg (89975 byte)

Un quartiere abitativo

marzabotto1.jpg (81679 byte)

La necropoli orientale
Clicca sulle immagini per ingrandirle

-

MAPPA DEL SITO

SCRIVETE A:

info@dodecapoli.com

La cittā etrusca di Marzabotto (che alcuni vogliono identificare con Misa, ma l'attribuzione di questo nome non č affatto certa) sorse nel V secolo a.C., in una vasta piana sulle rive del fiume Reno. Ha una struttura urbanistica regolare, con strade perpendicolari tra loro a delimitare isolati ancora perfettamente visibili, anche se gli alzati sono modesti. A nord e a est, fuori dal perimetro urbano, si trovano due necropoli, mentre su una modesta altura a nord-ovest vi č l'acropoli, con il complesso dei templi, dei quali sono ancora visibili i podi e gli altari.

La cittā non ebbe vita lunga: verso la metā del IV secolo a.C. il luogo era occupato dai Celti, come č testimoniato da una necropoli (che si trova presso l'acropoli etrusca) e della quale non ci sono tracce visibili, dato che le sepolture constavano solo di semplici fosse.

Il luogo fu abbandonato per due secoli: solo nel I secolo a.C. vi fu insediata una fattoria agricola.

Marzabotto si raggiunge da Bologna e da Pistoia percorrendo la s.s. Porrettana. Il Museo e il sito sono lungo la strada, a circa 20 km. da Bologna.