Un ingresso del castello

Un ingresso del castello

La storia di Fumone è molto antica. Insediamento degli Ernici, la leggenda vuole che fosse stato il rifugio del re Tarquinio il Superbo, dopo che venne cacciato da Roma. La città rivestì nei secoli una notevole importanza strategica, sia nelle guerre sannitiche, che durante la prima guerra punica. Anche durante le guerre civili la sua funzione di controllo e vedetta sulla pianura non venne meno. Dal X secolo le sue sorti furono legate a quelle della Chiesa. La fortezza era considerata inespugnabile e infatti non cedette nè a Federico Barbarossa nè a Enrico VI. Nel 1584, persa l’importanza militare, il papato lo assegnò ai marchesi Longhi, che lo possiedono tutt’oggi e lo hanno aperto al pubblico. Fonte: castellodifumone.it