Ruderi del castello

Le prime notizie scritte di Tresana risalgono al 1164: un diploma di Federico I Barbarossa conferma ad Obizzo Malaspina la proprietà di “Trixiana con tota curia”. Il dominio malaspiniano terminò solo nel 1651, con la morte per un “fulminante colpo apoplettico” del marchese Guglielmo, il quale peraltro aveva condotto il feudo talmente male, che poco prima della fine aveva visto assassinare il fratello con un colpo di archibugio. Le mediocri condizioni economiche degli ultimi marchesi avevano intanto reso il castello “assai male ridotto che minaccia ruina”. Tresana passò alla Camera Ducale di Milano che, nel 1659, la vendette al marchese di Laiatico Bartolomeo Filippo Corsini e a questa famiglia rimase fino alla fine del regime feudale. Fonte: Nicola Gallo, Guida storico-architettonica dei castelli della Lunigiana Toscana.