Il territorio dove sorge Arles fu dapprima occupato da popolazioni liguri e celtiche. In seguito, vi venne insediato un emporio fenicio. Furono però i Greci di Focea a fondare il primo vero nucleo urbano, dal quale sarebbe sorta, intorno al 100 a.C. la romana Arelate. Divenne colonia romana nel 46 a.C., quando vi si trasferirono i veterani di una delle legioni di Giulio Cesare, la Legio VI Ferrata.

In epoca imperiale godette di grande prosperità: fu una delle residenze preferite dell’imperatore Costantino; nel IV secolo vi fu insediata una Zecca imperiale e nel primo decennio del secolo successivo divenne sede della Prefettura delle Gallie.

Nel 473 fu occupata dai Visigoti, ma la città riuscì a mantenere un certo perstigio, nonostante fosse da tempo in atto il processo che da lì a poco avrebbe portato alla disgregazione dell’Impero Romano d’Occidente.

Dell’epoca romana restano importanti monumenti: Il teatro e l’anfiteatro, tratti di mura e la necropoli degli Alyscamps.