Palestrina, l’antica Praeneste, esiste come città almeno dal VII sec. a.C., come è testimoniato da importanti necropoli. Situata in posizione strategica, sulla direttrice tra l’Etruria e la Campania, godette di grande importanza. Dapprima alleata e poi in contrasto con Roma, venne definitivamente sconfitta nel IV sec. a.C., divenendo municipio romano. Della fase preromana sono visibili alcuni tratti delle mura poligonali, mentre risale al II secolo d.C. il famoso tempio della Fortuna Primigenia, sul quale fu edificato, nel Duecento, un palazzo signorile. In seguito fu demolito e riedificato nelle attuali forme nel ‘500, prima dai Colonna e poi dai Barberini. Oggi ospita il Museo Archeologico. Di epoca romana sono anche alcuni resti dell’abitato.